Corso di Costruzioni per Istituti Tecnici indirizzo "Costruzioni Ambiente e Territorio"

Classe IIIª B » PCI "Richiami di Fisica"

santa cateria
Sassari - Palazzo Reale nella attuale piazza Azuni (Palacium Magnum nel 1200; Palau Real nel 1400; Palazzo del Governo nel 1700, venne demolito dalle fondamenta verso il 1870, per diventare il moderno Palazzo delle Finanze.) (da Saasari di E. Costa)

La sintassi per la scrittura delle Unità di misura

  • I nomi per esteso delle unità di misura sono nomi comuni e devono sempre essere scritti con lettera minuscola (newton e non Newton), privi di accenti o segni grafici (ampere e non Ampère).
  • I nomi delle unità non hanno plurale, eccetto il metro, il kilogrammo, il secondo, la candela, il radiante e tutte le unità derivate, multipli e sottomultipli.
  • I simboli delle unità di misura devono essere scritti in minuscolo, oppure, se deriva da un nome proprio di persona, con la prima o l'unica lettera maiuscola (si scrive: Pa per i pascal, N per i newton, m per i metri).
  • I simboli non devono essere seguiti dal punto, salvo che si trovino a fine periodo.
  • Quando l'unità di misura è scritta vicino ad un numero si deve usare il simbolo e questo va posto sempre dopo il valore numerico (si scrive: 12 kg e non 12 kilogrammi oppure kg 12).
  • Il prodotto di due o più unità va indicato con un punto a metà altezza o con un piccolo spazio tra i simboli (si scrive: N·m oppure N m).
  • Il quoziente tra due unità va indicato con una barra obliqua o con esponenti negativi (si scrive m/s oppure m s-1).
  • L'unità se non accompagna la relativa misura deve essere espressa con il suo nome e non con il simbolo, ad eccezione delle formule e degli elenchi si simboli (si scrive: "Il kilometro è una lunghezza" e non "Il km è una lunghezza").
  • Il simbolo di un multiplo o sottomultiplo si scrive facendo precedere il simbolo dell'unità da quello del prefisso, senza interposizione di un punto o di uno spazio (si scrive: MPa, kg, cm, kW).
  • Nel caso dell'unità kilogrammo per formare multipli e sottomultipli si utilizza il grammo, non il kilogrammo.
    Es: 10-3 g = 1 mg; 106 g = 1 Mg (ex tonnellata).
  • Attenzione: la lettera k minuscola indica il prefisso di multiplo decimale kilo (= 1.000) mentre la lettera K maiuscola indica la temperatura in gradi kelvin.

Normativa

Richiami di Fisica